Il cancro ha una fisiopatologia complessa. Patologi sono medici che si occupano in primo luogo con lo studio della malattia in tutti i suoi aspetti. Questo include causa della malattia, diagnosi, come la malattia si sviluppa (patogenesi), il meccanismo e il corso naturale della malattia. Inoltre si occupano con le caratteristiche biochimiche, progressione e prognosi o esito della malattia.

Patologia di tumori e altre malattie complesse hanno subito un cambiamento epocale dopo lo sviluppo di tecnologie come immunoistochimica, citometria a flusso, e biologica molecolare approcci per la diagnosi del cancro.

cambiamenti genetici

Nelle cellule normali, i geni regolano la crescita, la maturità e la morte delle cellule. variazioni genetiche possono verificarsi a vari livelli. Ci potrebbe essere un utile o una perdita di interi cromosomi o di una singola mutazione punto che colpisce un singolo nucleotide del DNA.

Ci sono due grandi categorie di geni che sono colpiti da questi cambiamenti:

  • Oncogeni – questi sono i geni che causano il cancro. Essi possono essere geni normali che sono espressi a livelli eccessivamente elevati in pazienti con cancro o possono essere alterati o modificati geni normali a causa mutazione. In entrambi i casi questi geni portano ad alterazioni cancerose nei tessuti.
  • geni oncosoppressori – questi geni normalmente inibiscono la divisione cellulare e prevenire la sopravvivenza delle cellule che hanno danneggiato DNA. Nei pazienti con carcinoma questi geni oncosoppressori sono spesso disattivati. Questo è causato da cambiamenti genetici del cancro-promozione. In genere, i cambiamenti in molti geni sono necessari per trasformare una cellula normale in una cellula tumorale.

amplificazione Genomic

A volte ci può essere l’amplificazione genomica. Qui una cella guadagna molte copie (spesso 20 o più) di un piccolo locus cromosomico, di solito contenente uno o più oncogeni e materiale genetico adiacente.

Le mutazioni puntiformi

Point mutazioni avvengono a singoli nucleotidi. Ci possono essere eliminazioni e inserimenti in particolare alla regione del promotore del gene. Questo cambia la proteina codificata dal gene particolare. La distruzione di un singolo gene può anche derivare da integrazione di materiale genomico da un virus a DNA o di retrovirus. Questo può portare alla formazione di oncogeni.

Traslocazione

Traslocazione è ancora un altro processo quando due regioni cromosomiche separati diventano anormalmente fuse, spesso in una posizione caratteristica. Un esempio comune è Philadelphia cromosoma, o traslocazione dei cromosomi 9 e 22, che si verifica nella leucemia mieloide cronica, e provoca la produzione della proteina di fusione BCR-ABL, una tirosina chinasi oncogenici.

tumori

Un tumore in latino significa un gonfiore, ma non tutti i rigonfiamenti sono tumori nel senso moderno del termine. Alcuni di essi possono essere causata da infiammazione, infezioni, cisti o lesioni riempite di fluido oa causa di formazioni benigne. Un tumore canceroso ha la capacità di crescere rapidamente e di metastatizzare o diffondersi ad altri tessuti. Alcuni tumori come leucemie crescere come sospensioni cellulari ma più crescono masse solide di tessuto.

parti tumori solidi

tumori solidi hanno due parti distinte. Uno di questi è parenchima contenente tessuti e cellule tumorali e l’altro è lo stroma che le cellule neoplastiche e inducono in cui sono disperse.

Tumori che originano dalle cellule epiteliali hanno una lamina basale che separa gruppi di cellule tumorali da stroma. Tuttavia, la lamina basale è spesso incompleta, in particolare nei punti di invasione tumorale. Lo stroma è giustapposto tra cellule maligne e tessuti dell’ospite normali ed è essenziale per la crescita tumorale. Stroma contiene tessuto di sostegno non maligne e comprende tessuto connettivo, vasi sanguigni, e, molto spesso, cellule infiammatorie. Tutti i tumori solidi richiedono stroma se sono a crescere oltre una dimensione minima di 1 a 2 mm.

Inoltre, i tumori che sono cancerose hanno anche la proprietà di nuova formazione dei vasi sanguigni. I vasi sanguigni sono solo una componente di stroma tumorale. Infatti, in molti tumori, la maggior parte del stroma comprende connettivo interstiziale, e vasi sanguigni sono solo una componente minore della massa stromale. Lo stroma contiene anche tessuti e cellule da sangue inclusi acqua e di plasma proteine, insieme con vari tipi e numero di cellule infiammatorie. Sono presenti in proteoglicani addizione e glicosaminoglicani, collagene interstiziale (tipo I, III, e, in misura minore, tipo V), fibrina, fibronectina, fibroblasti etc.